Diffidare dalle imitazioni nel mercato della Sicurezza sul Lavoro

Replico un articolo scritto in qualità di Segretario Generale di Aifos in merito al vezzo, ormai diffuso, di creare presunte organizzazioni, associative e/o sindacali, per entrare nel mercato della sicurezza sul lavoro e propinare corsi di formazione a prezzi irrisori. Si parla di “Tarocchi” in quanto, come nel mercato dei falsi, questi prodotti scopiazzati ed erogati spesso da docenti improvvisati, sono di bassa qualità e discutibile efficacia. Tutto ciò potrebbe essere tollerabile se non si trattasse di “giocare” con la salute e la vita dei lavoratori i cui datori di lavoro imprudentemente si affidano a questi mercanti!

——————————————————————————————

I tarocchi sonTarocchio un mazzo di carte da gioco, generalmente composto da 78 carte utilizzate per giochi di presa, la cui origine risale alla metà del XV secolo nell’Italia Settentrionale, probabilmente a Ferrara, Bologna o Milano. Il termine “tarocco” deriva dall’italiano antico altarcare (dal latino altercari, cioè litigare con qualcuno), che è poi diventato altarocare, da cui taroccare, che significa “rispondere con un carta più potente”: nel gioco dei Tarocchi gli Arcani maggiori prendono le carte restanti. Nell’italiano di oggi “taroccare” significa falsificare (indossare un abito taroccato, cioè un abito firmato da un grande stilista ma non originale, fatto da altri). Per estensione il termine ha assunto il significato di “falsificare”, “contraffare”: per esempio “taroccare un telefono cellulare, un orologio, una borsetta”.

Questa breve trattazione sul termine serve per inquadrare il tema che intendo affrontare.
Innanzi di tutto, perché nel titolo ho usato il termine mercato, e a quale mercato mi riferisco? Il mercato è quello della salute e sicurezza il lavoro e, più precisamente, quello della formazione e della consulenza alle aziende. Un mercato che sempre più viene occupato da professionisti, o presunti tali, dell’ultima ora che accreditandosi come “esperti” di un qualsiasi argomento correlato alla sicurezza sul lavoro si propongono alle aziende per docenze e/o consulenze offrendosi a tariffe sottocosto, talvolta aggirando le norme sino ad arrivare alla semplice e mera emissione di un attestato o certificazione che non sia il risultato di a una attività pregressa.

E perchè “Mercato dei Tarocchi“? Tarocchi in quanto di continuo si vedono nascere organizzazioni, più o meno sindacali, che per accedere al mercato si inventano sigle e acronimi molto simili a quelli di organizzazioni da anni già presenti sul mercato e accreditate da una consolidata reputazione di professionalità e rispetto delle norme.
Come detto in premessa, ormai nel linguaggio comune “tarocco” richiama alla mente qualcosa che vuole scimmiottare, falsificando e contraffacendo, un marchio e/o un brand già conosciuto e affermato. Le modalità sono svariate: una “A” che diventa una “E”, una “T” che diventa una “I”, una scritta in grassetto che diventa un corsivo, e così via, dando spazio alla creatività degli esperti di comunicazione. Ma in fondo poco male, come dicono i guru della concorrenza, il mercato e i consumatori sono gli arbitri e i fautori delle fortune o delle sventure delle aziende che si affacciano sul mercato.

Il problema si complica ed assume aspetti e profili di illegittimità quanto tutto ciò tende a inquinare la trasparenza del mercato e a ingannare il consumatore. In particolare ciò riveste aspetti di “concorrenza sleale” quando un competitor avvia una attività identica a quella di una organizzazione già presente sul mercato e assume una denominazione o un brand simile tale da poter condurre in errore il consumatore al momento della decisione di acquisire un prodotto e/o un servizio.
In dottrina civilistica si sono ormai acquisiti i paradigmi di “concorrenza confusoria” e “imitazione servile” [imitazione servile: Atto di concorrenza sleale consistente nell’imitazione fedele e pedissequa dei prodotti di un concorrente tale da creare confusione nel pubblico sulla provenienza degli stessi (art. 2598, n. 1, c.c.). L’i.s. deve riguardare le parti appariscenti o comunque esterne del prodotto, mentre ne sono escluse tutte le forme idonee a costituire oggetto di protezione brevettuale – Dizionario Simone].

Naturalmente tali situazioni si realizzano in presenza di una organizzazione e un brand leader di mercato che viene preso da un competitor ad esempio per avviare una attività identica carpendone le metodologie, i prodotti e le strategie con l’evidente fine di acquisire parti di mercato mediante un “taroccamento” del logo e/o del marchio puntando a catturare gli avanzi del mercato lasciati dalle organizzazioni storiche e professionalmente riconosciute. Ormai AiFOS si è abituata a vedere nascere sigle di organizzazioni simili con finalità identiche. Niente da eccepire. Il mercato della salute e sicurezza sul lavoro offre spazi a tutti e i bisogni di questo mercato sono tali e tanti che ognuno ha diritto di proporsi.

Vi è una condizione, tuttavia, che AiFOS ritiene vincolante ed imprescindibile per poter accedere a questo mercato: la conclamata e dimostrabile professionalità degli operatori unita ad un profilo etico e deontologico che garantisca al cliente una erogazione del servizio di formazione e/o consulenza appropriato ed efficace. Il mercato della formazione e della consulenza sui temi della salute e sicurezza del lavoro, infatti, influenza e ricade sulla integrità psico-fisica delle persone, dei lavoratori o dei datori di lavoro, avendo anche ripercussioni e riflessi sulla società in termini di costi sociali.
AiFOS non intende transigere su tali aspetti ed esige dai propri associati il rispetto di profili professionali, etici e deontologici tali da garantire il massimo della efficacia della loro attività formativa e consulenziali. Per tali motivi, l’Associazione vigila da sempre sui soggetti presenti nel mercato di riferimento non mancando di segnalare e denunciare situazioni di scarsa professionalità e di illegittimità che mettono a rischio la salute e la incolumità delle persone.

AiFOS lavora per la integrità psico-fisica delle persone e il suo marchio vuol dire non tradire alcuna aspettativa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: